• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

E' il lettone Elvis Endzels il primo acquisto della Diamond 2019/2020

endelzs

 

A poco più di un mese dall’inizio del campionato di Serie “C” Silver, comincia a prendere forma la rinnovata Diamond Basket Foggia. Il club dauno, dopo il tribolante scorso torneo, non vuol correre rischi e sta cercando di metter su un roster competitivo e in grado di ben figurare. E, nonostante non sia stato ancora deciso a chi affidare la conduzione della squadra, si sta lavorando alacremente per individuare i giocatori che disputeranno il campionato 2019/2020. Il primo innesto della compagine nero arancione è un “pezzo” da novanta ed arriva dalla Lettonia: Elvis Endzels. Il talentuoso cestista di Riga, play/guardia classe 1994 (188 cm per 80 kg), ha già maturato l’esperienza nel campionato regionale pugliese col New Basket Mola 2012 (stagione 2017/2018; 27 gare; 352 punti; media 13; miglior realizzazione 24) e ben presto (il 4 settembre –ndc) sarà a Foggia per iniziare la nuova avventura. In attesa di salire sull’aereo che lo porterà in Italia, l’abbiamo sentito per conoscerlo meglio, non soltanto per le caratteristiche fisico-tecniche. Ascoltiamolo. “Innanzitutto voglio ringraziare la Diamond per aver puntato su di me. Desideravo tornare in Italia. In Puglia in particolare. L’esperienza di Mola per me è stata molto positiva. Ho apprezzato tantissimo il calore della gente e poi … il cibo. Per cui ho sempre sognato e sperato di poter tornare. Così, quando sono stato contattato dai dirigenti della Diamond, non ci ho pensato due volte. Ho subito accettato e non vedo l’ora di cominciare”. Come e perché ti sei dedicato al basket ? “Mio padre è un allenatore professionista di pallacanestro per cui è stato quasi naturale la mia scelta. Poi, caratterialmente sono uno che ama e a cui piace la competizione, non solo lo sport. Così ad 8 anni ho cominciato la mia avventura nel mondo della palla a spicchi, cavandomela abbastanza bene, facendo la trafila nelle squadre nazionali junior (u16 e u18 campionati europei). Poi un infortunio ad un braccio non mi permise di far parte della rappresentativa nazionale u20. Ma, dopo la riabilitazione, ho fatto l’esordio nella prima lega lettone: un campionato tosto e molto impegnativo. Ho passato due stagioni indimenticabili ma, con gli studi universitari da ultimare, non potevo mantenere quei ritmi. Così sono sceso di categoria, nel secondo campionato lettone e, quando tutto filava abbastanza bene, mi arrivò la richiesta dall’Italia per giocare in C nel New Basket Mola. Un’esperienza, quella in terra barese, che mi affascinava e che non mi ha deluso. Sicuramente positiva. Ho apprezzato molto l’Italia e, in particolare in Puglia, il calore della gente e … il cibo. Per cui ho sempre sognato e sperato di poter un giorno tornare. Così, quando sono stato contattato dai dirigenti della Diamond, non ci ho pensato due volte ed ho immediatamente preparato la valigia, pronto per la nuova avventura”. Ci parli delle caratteristiche tecniche di Elvis Endzels ? “Di me dicono che mi distinguo per rapidità d’azione e per l’imprevedibilità nella distribuzione della palla. E posso giocare indifferentemente da 1 o da 2. Sono un playmaker con buone doti di tiro, al di là dell’arco dei 6,75. I miei idoli ? Apprezzo le doti di diversi giocatori d’oltreoceano: Kobe Bryant su tutti ed anche Russel Westbrook e Kyrie Irving. Mentre, tra gli europei mi piace Nick Calathes. Preferisco un basket di transizione con movimento veloce e con le guardie protagoniste”. Cosa ti aspetti dalla nuova avventura in Italia con la canotta della Diamond ? “Nel ribadire la felicità per far parte del team dauno, spero di vivere una stagione importante con tante vittorie. Il segreto per far bene sta nel costruire un bel gruppo unito dove tutti devono dare il massimo. Quindi, professionalità ed unità di intenti tra le varie componenti, cioè giocatori, staff tecnico, media, società e … tifosi, possono risultare le armi vincenti”. In casa Diamond si confida molto sulle qualità del ragazzo lettone e, in attesa di vederlo dal “vivo” sul parquet del PalaRusso, gli dà il benvenuto.

?

Cristian Vigilante

Coach

Michele Saliani

Dirigente

Mina Tamma

Dirigente

Monica De Risi

Dirigente

Diamond Basket Foggia

Diamond Basket
Via del Salice Nuovo Km 4, 71122 Foggia

AsdDiamondBasketFoggia@gmail.com
Privacy e Cookies