• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Diamond sprecona. La Dinamo ha più “energia” e s’impone al PalaRusso (80-97)

coppola
Foggia, 2 febbraio 2019. La gara interna con la Dinamo Brindisi era particolarmente attesa  in casa Diamond e si sperava di poter acciuffare il quarto successo stagionale. Non è stata positiva per quanto riguarda il risultato finale ma certamente, dal punto di vista del gioco si poteva fare meglio. I nero arancione incassano un’altra sconfitta interna e danno il via libera anche alla Dinamo Brindisi (80-97) che acquisisce due punti fondamentali per la corsa ai playoff.

Leggi tutto

Niente da fare per la Diamond contro l’Adria Bari (86-66)

zagni


Foggia, 26 gennaio 2019. Ancora una battuta d’arresto della Diamond Foggia costretta ad arrendersi all’Adria Bari (86-66). Come al solito i ragazzi di coach Rubino non si sono risparmiati, lottando con tutte le forze ma, l’esperienza degli avversari, alla fine ha prevalso. E i due punti sono andati alla compagine barese che così agguanta la zona playoff, Mentre la Diamond rimane in zona playout e dovrà cercare di mantenere la miglior posizione che garantirà il vantaggio dell’eventuale 

Leggi tutto

Con sofferenza la Diamond supera Murgia Santeramo (78-56)

ant padalino

Foggia, 19 gennaio 2019. Come all’andata la Diamond Foggia si aggiudica il match con il Murgia Santeramo (78-56) cogliendo il terzo successo stagionale e il secondo di fila al PalaRusso. Il +22 farebbe pensare ad una gara in discesa per i ragazzi di coach Rubino ma non è stato affatto così. La Diamond non si è espressa su livelli eccellenti ed ha sofferto (e non poco) l’aggressività della altrettanto giovane compagine murgiana, guidata da coach Laterza. Soltanto negli ultimi 10’ è 

riuscita a scrollarsi di dosso gli ospiti e a mettere al sicuro vittoria e due punti. Le uniche cose buone di un match brutto e poco entusiasmante. Condito da un’incredibile serie di errori, da una parte e dall’altra, non solo in fase di finalizzazione ma anche in fase di costruzione del gioco. Chi si aspettava di assistere ad un bel match, dopo la bella prova col Cus Bari, è rimasto deluso. Sicuramente bisognerà far tesoro di determinate situazioni e non ripetere in futuro simili errori di valutazione. E’ sicuramente cominciata meglio la gara del Santeramo. Determinato e preciso. Le incursioni di Porfido e Difonzo costringono Rubino a ricorrere al timeout dopo nemmeno 1’. Kraljic e Vigilante riportano su la Diamond ma Rotolo, dalla media e dalla lunga distanza riporta avanti i suoi. Reagiscono i padroni di casa e infliggono un 7-0 (Kraljic da 3 e da 2, oltre a Zagni) che li porta sul +2 (11-9). In casa nero arancione sono tantissimi gli errori soprattutto da oltre la linea dei 6,75 (1/11). La Diamond domina sotto i tabelloni ma in termini di punti regna l’equilibrio.   Solo negli ultimi 120 secondi la Diamond sorprende il Santeramo con Mecci, Dinoia e Padalino (19-13). Equilibrio che caratterizza la seconda frazione. La Diamond continua a sbagliare tantissimo. E gli ospiti ne approfittano per rosicchiare qualche punto. Per due volte (3’ e 8’) il Santeramo si porta sul -2 ma Vigilante, Padalino e Kraljic, provvedono a rispedire gli ospiti ad una distanza di sicurezza molto risicata  -5 (37-32). Si va negli spogliatoi con la consapevolezza di non aver disputato fino a quel punto un buon match. Al ritorno in campo le cose si fanno serie per la Diamond. Il Santeramo trova la parità (37-37) dopo appena 2’. Ora si lotta punto a punto e soltanto l’ottima serata di Vigilante riesce ad allontanare nuovamente Santeramo. Poi Mecci, quasi sul suono della terza sirena, infila il canestro con una bomba da 3 e riporta i suoi sul +8 (55-47) che non rassicura affatto sulla possibile vittoria. Nell’ultimo periodo però la Diamond spinge sull’acceleratore e per Santeramo non c’è più niente da fare. Kraljic ne fa subito 5 mentre Rotolo e compagni incontrano notevoli difficoltà nell’aggiungere punti allo score. Nei 5’ conclusivi arriva il decisivo break (13-0) dei nero arancione a spezzare definitivamente ogni forma di equilibrio. Digiorgio, Kraljic Vigilante e Zagni diventano gli esecutori materiali. Santeramo ha speso tutto e non riesce più a tener testa ai padroni di casa. Alla fine, Kraljic (27 p.) si conferma sempre il top score del march.

 

Diamond Foggia - Murgia Santeramo 78 - 56  (19-13; 37-32; 55-48)

Diamond Foggia: A. Digiorgio 11, L. Vigilante 11, A. Kraljic 27, A. Padalino 7, A. Dinoia 8, A. Di Bitonto, S. Tricarico, A. Muscio,  C. Zagni 3, V. Mecci 11. Coach: G. Rubino.

Murgia Santeramo:  M. Cardinale 2, L. Porfido 7, G. Sergio, V. Difonzo 6, M. Rotolo 25, F. Lovecchio, M. Petruzzelli 7, J. Ricciardi 5; L. Girardi 4, A. Ficarra. Coach: G. Laterza.

Arbitri: Alessandro Muri  e Matteo Rodi di Brindisi.

Note: 5 falli Difonzo.

Antonio Padalino, nella foto di Paolo Giuva

Leggi tutto

Altri articoli...

?

Cristian Vigilante

Coach

Michele Saliani

Dirigente

Mina Tamma

Dirigente

Monica De Risi

Dirigente

Diamond Basket Foggia

Diamond Basket
Via del Salice Nuovo Km 4, 71122 Foggia

AsdDiamondBasketFoggia@gmail.com
Privacy e Cookies